Finalmente Milos! Cosa ci ha maggiormente colpito di Teodosic nella vittoria con Venezia

Partita emozionante e di un’intensità come non se ne vedevano da tempo al PalaDozza, quella vinta ieri dalle V nere di fronte ai campioni d’Italia in carica della Reyer Venezia.

Ambiente caldissimo, pubblico delle grandi occasioni, sfida di cartello della terza giornata di questa stagione di Serie A tra due squadre di primissima fascia: i lagunari con, per l’appunto, il tricolore sul petto, e una Virtus che sta provando a tornare grande. Ma oltre a questi elementi, già di per se sufficienti a definire un “big match”, ce n’era un altro, incerto fino a poche ore prima della palla a due, ovvero l’esordio del tanto atteso Milos Teodosic con la canotta della Virtus Bologna targata Segafredo.

Esordio del nuovo top-player bianconero che è stato sicuramente atteso con trepidazione da tutti i tifosi virtussini (nonché da tutti gli amanti ed appassionati di basket), ma allo stesso tempo, al fianco della voglia di vederlo calcare i parquet, c’è stata sempre la consapevolezza che il play serbo è una gemma rara, che non va “sprecata” o “rischiata” per partite che non siano “all’altezza della situazione”. E dunque si è arrivati al match di ieri sera al PalaDozza. Come detto, partita tosta contro un avversario voglioso di portare a casa i due punti, reduce da due sconfitte (una in campionato ed una in EuroCup), prima vera prova di spessore per la squadra allenata da Aleksandar Djordjevic.

Giovanni Fornaciari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...